L’azienda ai tempi del Corona

Share This Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La situazione è grossomodo questa:

  • Aziende che non ricevono materie prime
  • Aziende che non riescono a consegnare i prodotti
  • Aziende che hanno problemi logistici o di spostamento
  • Aziende che hanno appuntamenti e date saltate in calendario
  • Interi Settori commerciali paralizzati⁣

Ergo, siamo nel CAOS.

Però come dice Chuck Palahniuk, le nostre vere scoperte vengono dal caos, dall’andare nella direzione opposta.

Per questo ecco alcuni spunti per fare impresa nonostante il Coronavirus.

La linea comune fra la maggior parte degli esperti è che con l’avvicinarsi dell’estate si tornerà man mano alla normalità.
C’è chi parla del mese di Maggio, ma per chi fa impresa le previsioni positive sono sempre ingannevoli.

Per questo ho scelto di ragionare a 6 mesi, prevedendo uno scenario con incassi dimezzati (in questo caso meglio prevenire che curare).

Quindi iniziamo:

Focus sulla Finanza
Muoviti da subito per cercare di contenere i costi.
Ad esempio alcuni Hotel aperti tutto l’anno stanno prevedendo una chiusura trimestrale per contenere i danni. Riduci i costi che non sono essenziali
Negozia in anticipo con i fornitori e banche e cerca di rivedere l’affitto
Ipotizza uno scenario negativo da qui alla fine dell’anno e trova comunque il modo di affrontarlo.⁣

Investimenti con ritorno breve
Se non lo hai mai fatto, è questo il momento giusto per dedicare tempo e attenzione ai Social.
Questo perché, praticamente a tutte le ore della giornata, cerchiamo aggiornamenti e novità sulla situazione.
Quindi presidiare i social per te e la tua azienda significa diventare visibili sulla piazza più affollata del mondo.⁣
In più sappi che la maggior parte delle aziende in questo periodo di caos metterà i remi in barca rimanendo a guardare. Proprio per questo hai un’opportunità unica, perché é come se ti si fosse creata un’autostrada davanti ai tuoi occhi in cui puoi esistere solo tu (o quasi).
Quindi sfrutta questo momento per lavorare sul tuo brand, per farti conoscere e per presidiare il tuo potenziale pubblico perché, quando la bufera passerà, sarà pronto a tornare da te.⁣⁣

Linee di Comunicazione
È importante, in questo momento di caos generale, intensificare qualsiasi azione che ti permette di mantenere le linee di comunicazione e di fortificare legami e rapporti.⁣

– Comunica ai tuoi potenziali clienti.
Ricordargli che ci sei e cosa puoi offrire. Forse non ti aiuterà a sbloccare le vendite subito, ma preparerà il terreno per quando la situazione sarà sbloccata, perché gli utenti si ricorderanno di te.⁣

– Parla con i tuoi clienti.
Contattali per primo, cerca di capire le loro esigenze e soddisfali in qualsiasi modo, costi quel che costi. Essere la loro scelta domani, dipenderà da come li tratterai oggi, di come gli andrai incontro e di come li stupirai adesso, proprio in questo momento di caos.⁣
Ricontatta i vecchi clientiAlcuni potrebbero avere problemi con gli attuali fornitori, altri magari si stanno guardando attorno. Non c’è momento migliore per recuperare il rapporto e tornare ad essere davanti ai loro occhi.⁣

– Coltiva i rapporti con la tua rete commerciale.
Supporta più che puoi la tua rete commerciale, è il momento in cui ha bisogno della tua presenza, dei tuoi incentivi e delle tue strategie. Spiega loro il tuo piano d’azione, fagli capire che sarai il primo a dare il massimo in questo periodo di crisi.⁣

– Informa i tuoi collaboratori della situazione.
Fai del buon marketing interno. Le persone sono spaventate, c’è caos politico e sociale e non c’è momento più importante per prenderti cura delle persone che fanno parte della tua azienda. Raccontagli i tuoi piani, spiega le tue strategie e le tue previsioni. Coinvolgerli in questo momento sarà il modo migliore per fargli capire quanto tieni a loro. Le persone della tua azienda sono il tuo patrimonio più grande.⁣

– Se lavori con l’estero.
Sappi che fuori dall’Italia tutti pensano che siamo in un lazzaretto, ed è tuo compito se lavori con l’estero, comunicare ai tuoi partner che la tua azienda rispetta tutte le norme di sicurezza e prevenzione.

Innova
“Critica” più che puoi il tuo modello di business per cercare nuove opportunità.
Cerca di capire se il tuo prodotto o servizio può essere raccontato, prodotto o consegnato diversamente.
Ma attenzione: non abbandonare mai ciò che già fai, perché quando la situazione tornerà alla normalità, dovrai tornare a fare ciò che facevi (magari aggiungendo le novità che hai apportato).⁣
Nello specifico concentra i tuoi sforzi su queste aree:

Produzione
Puoi cambiare, modificare o migliorare il modo in cui produci i tuoi prodotti o servizi?
Alcune imprese possono ricorrere al lavoro da casa, altre alla delocalizzazione in altri paese o ad altri fornitori.
C’è qualcosa che puoi cambiare?⁣
– Consegna
Il tuo prodotto come arriva al tuo cliente? Puoi strutturare la vendita telefonica? Puoi avviare il tuo e-commerce? Oppure consegnare in modo digitale i tuoi servizi?
Cerca di capire come puoi modificare il modo con cui i tuoi prodotti o servizi arrivano a destinazione.⁣
– Comunicazione
È fondamentale cambiare modo di comunicare la tua azienda, il tuo prodotto o il tuo servizio.
Spiega le tue scelte, avvicinati ai tuoi clienti e raccontagli cosa ha influenzato le tue decisioni.
Non concentrarti più sul “cosa” o sul “come” ma raccontagli i tuoi “perché”.⁣

Crea Comunità
Un fatto molto interessante che è stato notato nei territori più colpiti dal virus è il forte legame che si crea all’interno delle famiglie e delle comunità.
Nelle situazioni di difficoltà ci riavviciniamo e siamo più empatici.
Questa condizione è vera sia per una famiglia che per un’azienda.
Sicuramente all’interno, affrontando insieme questo periodo duro, potrete uscirne ancora più compatti, più coesi e con più voglia di mangiarvi il mondo.⁣

Rassicura
I tuoi clienti non hanno smesso di colpo di volere i tuoi prodotti.
Semplicemente sono allarmati e non sanno bene cosa fare, o magari la scelta non dipende da loro.
Qualsiasi sia il motivo, il tuo compito come imprenditore è rimodellare la tua attività per rassicurare fornitori e clienti. Anche se questo significa ridurre i margini, anche se significa stravolgere quello che facevi prima.
Questo perché i clienti e i fornitori che riuscirai a fidelizzare oggi ti saranno riconoscenti domani.⁣

Analizza i dettagli
Sfrutta questo momento per analizzare ogni step dell’esperienza che i tuoi clienti fanno con te, alla ricerca si quell’aspetto da migliorare oppure da aggiornare per far vivere loro l’esperienza memorabile.
Ma anche internamente cerca di capire cosa ti serve per essere più bravo nell’evadere il tuo prodotto o servizio. Questi aspetti sono fondamentali, lo sappiamo tutti ma “non c’è mai tempo” per fermarsi a fare questo tipo di valutazione.

Oltre questo cosa dire? Che sarà dura e parecchio.

Che sarà la sfida più grande dalla crisi finanziaria e forse più grande anche di quella.

Ma questo non è il momento di lamentarsi. Non è il momento di puntare il dito.

È il momento di rimboccarsi le maniche e darsi da fare.
È il momento di prendere il toro per le corna perché solo se tutti facciamo il massimo riusciremo ad uscire dall’emergenza più forti di prima.

Perché ciò che un imprenditore dovrebbe vedere, è cosa ci sarà dopo la tempesta.

E soprattutto perché essere imprenditore non significa fare un’azienda se va bene tutto, significa fare un’azienda nonostante tutto.

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

More To Explore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi